VERONA, LA CITTÀ DI GIULIETTA E ROMEO

Famosa per la tragedia shakespeariana, la città scaligera è conosciuta in tutto il mondo per i suoi monumenti. Non lontano dalla città, il lago di Garda, la Lessinia, il monte Baldo sono solo alcuni delle ricchezze che il territorio può offrire.

La storia

Situata allo sbocco della Val d’Adige nella Pianura Padana, all’incrocio della via Augusta con la via Gallica e la via Postumia, Verona fu un notevole centro strategico e commerciale ed ebbe un grande sviluppo culturale e artistico. Vanta una storia intensissima che si snoda lungo i secoli partendo dalle origini romane, passando dal periodo medioevale, romanico, gotico e rinascimentale. Conosciuta in tutto il mondo per i suoi monumenti che riprendono tutti i periodi storici citati, viene ricordata anche come la città dell’amore: qui Shakespeare ambientò la tragica storia di Giulietta e Romeo, sono segni tangibili la Casa di Giulietta, col caratteristico balcone, la sua tomba, scenario della romantica tragedia, e la Casa di Romeo. Oggi Verona, situata tra le direttrici del Brennero e della Serenissima, è diventata una grande città, che oltre ad attività industriali e commerciali è anche molto attrezzata per il turismo.

La città e i suoi monumenti

Ciò che colpisce di Verona è l’assoluta abbondanza di espressioni dell’arte, della storia, della cultura concentrata in una singola città e offerta a chi la visita. Da non perdere le vestigia romane: l’Arena, l’Arco dei Gavi, Ponte Pietra, Porta dei Borsari, Porta dei Leoni e il Teatro Romano. L’Arena con i suoi circa 1900 anni rappresenta uno dei monumenti di spicco: costruita nel primo secolo d.C. sorgeva fuori dalla cinta muraria per ospitare spettacoli ed incontri di lotta. Dal 1913 l’Arena è divenuta il più famoso teatro all’aperto del panorama internazionale ed oggi ospita una delle stagioni liriche più prestigiose nel mondo. Meritano una visita anche il Duomo e la Chiesa di San Zeno Maggiore, capolavori dell’arte romanica, l’elegante Loggia del Consiglio, i palazzi e le porte firmati dal veronese Michele Sanmicheli sono solo alcuni episodi di un Rinascimento che a Verona fu particolarmente florido. Per finire il Museo Civico di Castelvecchio, dove si conserva un’importante collezione di pitture e sculture venete dall’alto Medioevo fino al 1700.

Il territorio

Nella provincia molte sono i paesi degni di nota come Soave, Negrar, Lazise, Villafranca, Valeggio sul Mincio, Malcesine, ognuna con le ville, il castello o le mura offrono un prezioso e suggestivo esempio dell’arte veneta ed italiana inserito in contesti naturali di ineguagliabile fascino. Altrettanto numerosi sono i luoghi naturali di grande attrazione come il lago di Garda, i monti Lessini e la Valpolicella, famosa nel mondo per i suoi vini. Mentre il parco naturale della Lessinia, istituito con lo scopo di tutelare il ricco patrimonio naturalistico, ambientale, storico ed etnico del territorio veronese, ha al suo interno importanti resti preistorici come il ponte di Veja, il lago di Garda è conosciuto in tutto il mondo per la sua ricca offerta di strutture turistiche. Un delicato equilibrio di venti e correnti ascensionali fa di questo luogo un sito ideale per la pratica degli sport velici, del parapendio e del deltaplano, sullo sfondo di uno splendido anfiteatro naturale, colorato a tinte cariche di azzurro e verde e condito dalla possibilità di degustare le pietanze tipiche servite in meravigliosi angoli di naturale bellezza e arricchiti da splendide dimore e testimonianze artistiche.