VERBANIA, UN AUTENTICO GIARDINO SUL LAGO

La città, nata dall’unione di due paesi, si distingue per la sua bellezza. Il paesaggio incantato della giovane provincia piemontese è creato dal Lago e dalle bellezze naturali e artistiche presenti sulle sue rive.

La storia

La città di Verbania è capoluogo di provincia dal 1992, mentre la città vera e propria nasce nel 1939 dall’unione delle vicine Intra e Pallanza, separate dal torrente San Bernardino. La storia della città quindi è piuttosto recente. Pallanza, di origine romana, si affaccia sul golfo Borromeo e presenta uno stile architettonico che va dal medievale al barocco; Intra invece è uno dei maggiori scali commerciali del lago e un importante centro industriale, mentre lo stile dei suoi palazzi va dal barocco al neoclassico. L’annessione dei due luoghi però è solo amministrativa e non di certo geografica; a questo ci pensa il lago Maggiore che crea, nel contempo, un paesaggio naturale da incanto che solo le brezze lacustri possono offrire. L’unione di arte, bellezze naturali e un piacevole clima rendono questo posto una zona turistica molto ambita.

La città e i suoi monumenti

Verbania è legata indissolubilmente al lago Maggiore e per questo una delle bellezze da ammirare in città è proprio il Lungolago, con numerose testimonianze architettoniche di Pallanza medievale. Da Kursaal, invece nel parco di fronte all’isola di San Giovanni, si può osservare il palazzo Borromeo, residenza estiva di Arturo Toscanini. Tra i monumenti religiosi le chiese di maggior interesse sono: San Remigio, immersa nel parco omonimo, Madonna di Campagna, costruita nel XVI secolo su un edificio romanico di cui conserva il campanile. Una visita è d’obbligo al Parco di Villa Taranto, la cui fama si deve soprattutto ai suoi giardini, caratterizzati dalla presenza di oltre tremila esemplari di piante provenienti da ogni parte del mondo, terrazze e specchi d’acqua. Considerata un punto di riferimento per i botanici contemporanei, è addirittura considerata un “museo di rarità”. Il periodo più adatto per la visita è la primavera, quando la maggior parte delle piante è nel pieno della fioritura e lo spettacolo è a dir poco unico.

Il territorio

“Verbania, un giardino sul lago” è il motto con cui la città si presenta ai visitatori. Giardini e parchi, infatti, sono la principale attrattiva turistica della zona, da sempre meta ideale di chi cerca di coniugare al relax della vacanza la bellezza e l’armonia del paesaggio. A questo si aggiungono le numerose località di montagna come le valli dell’Ossola, Cicogna, Mottarone e Macugnaga, e i principali centri termali come Stresa e Bognanco. Inoltre si possono visitare il Parco nazionale della Valgrande, Suna, Griffa, Premeno, Pian del Sole e Pian Cavallo, ideali per villeggiature sia estive che invernali. Le valli dell’Ossola è un’unione di sette valli alpine che offre piste da sci da praticare nelle diverse località; Mottarone è la vetta che separa i due laghi, il Maggiore e quello d’Orta. Dalla sua cima si possono ammirare la bellezza di sette laghi, la catena del Monte Rosa, il Monviso e anche la Pianura Padana. Le Isole Borromeo, facilmente raggiungibili da Verbania con il battello, sono come gioielli incastonati in un ambiente unico, con palazzi e giardini rappresentano la meta privilegiata di un turismo europeo d’élite affascinato dall’ambiente lacustre.