Valle di Anterselva

Storico collegamento tra Val Pusteria e Tirolo, tra Brunico e Dobbiaco, questa valle dell’Alto Adige offre in ogni stagione fantastici scenari per le vacanze di tutta la famiglia: paesaggi innevati e fiabeschi d’inverno, prati fioriti in primavera, campi coltivati e boschi dal verde intenso d’estate e vivaci giochi di colori in autunno.

Perpendicolare alla Val Pusteria e parallela della Valle Aurina, la Valle di Anterselva parte dal paese di Valdaora e arriva al Passo Stalle (2.052 metri) al confine con l’Austria, ma alcune cime che sovrastano la vallata superano quota tremila per la gioia degli escursionisti più esperti che vogliono cimentarsi con sentieri attrezzati e impegnativi.
Comprende i centri abitati di Rasun Anterselva, Rasun di Sopra, Anterselva di Sotto, di Mezzo e di Sopra, paesini incastonati tra prati e boschi. D’inverno l’attrattiva maggiore è lo sci di fondo, con anelli e percorsi di tutte le difficoltà, ma viene molto praticato anche il biathlon (sci di fondo e tiro a segno), di cui si sono tenuti i Mondiali nel 2007. Per gli ospiti e turisti ogni venerdì fino al 18 marzo “Gara di Biathlon in allegria”, mentre ogni mercoledì fino al 23 marzo vengono organizzate escursioni con le racchette da neve per chi non vuole rinunciare alle passeggiate nemmeno d’inverno o praticarle come alternativa allo sci.
La Valle confina con il Parco naturale Vedrette di Ries-Aurina, un gioiello paesaggistico in cui la natura svela i suoi volti più belli, dominata dai ghiacciai del Collalto e Collaspro: d’inverno bianchi ghiacciai luccicanti e boschi ricoperti di neve, d’estate rumoreggianti cascate, laghetti alpini e una fitta rete di sentieri, dove si può camminare incontrando camosci e marmotte, ermellini o aquile reali.
Ai piedi dei fianchi orientali di questi due giganti della montagna, che superano fieri i tremila metri, brilla di un blu intenso il lago di Anterselva, il terzo lago naturale più ampio dell’Alto Adige, ai piedi delle cime delle Vedrette di Ries. Da sette anni, per avvicinare ancora di più i visitatori alla natura, è accessibile un percorso didattico con diverse stazioni che illustrano le più importanti rocce del territorio, le piante più diffuse, le vette circostanti e molto altro.
Durante la stagione invernale, invece, la parte del leone la fa il centro sciistico di Plan de Corones, a pochi chilometri da Anterselva. Il comprensorio dispone di oltre 30 impianti di risalita ed è in grado di soddisfare le esigenze di sciatori e snowboarder.