Umbria

Terra di santi e luoghi sacri, dove si mescolano passato, presente e futuro

Una regione a misura d’uomo, ricca di bellezze naturali e artistiche, terra di santi e movimenti religiosi, dove si mescolano passato, presente e futuro e creano un insieme assolutamente unico. Nei centri storici delle città, ben distribuite su tutto il territorio, si leggono bene i segni lasciati da importanti civiltà del passato: la cultura etrusca, la dominazione romana, lo sviluppo e la nascita dei centri comunali, che hanno segnato per sempre i volti di Orvieto, Spello, Città di Castello. Qui chi ama l’arte può trovare a portata di mano la maggior parte dell’arte rinascimentale italiana, e una parte considerevole di quell’antica e medievale. Nel raggio di circa 100 chilometri, infatti, si trovano numerose testimonianze del patrimonio artistico mondiale.

 

Orvieto, pittoresca città d’arte, è universalmente conosciuta per l’ingegnoso pozzo di San Patrizio e per il magnifico duomo, alle pendici del monte Subasio sorge invece Spello, pittoresco centro agricolo, che conserva i resti d’epoca romana di un anfiteatro, delle mura e di tre porte. Anche Spoleto è un centro di grande interesse artistico, situato in una bella posizione collinare e dominato da una rocca trecentesca, mentre Gubbio è una città medioevale splendidamente conservata, ricca di monumenti artistici, di chiese e di palazzi.

 

Ovviamente, da non perdere, nel cuore dell’Umbria, Assisi, pittoresca e in posizione molto panoramica, città di pace e di raccoglimento spirituale.

 

LAGO TRASIMENO

L’armoniosa convivenza delle verdi e dolci colline tipiche dell’ambiente toscano e umbro, con il suggestivo panorama del lago, e con le antiche cittadine ricche di storia, arte e cultura, fanno di questo territorio un luogo di particolare fascino che ha riscosso negli ultimi anni un notevole successo turistico. La realizzazione di nuove strutture ricettive e l’aumento delle presenze turistiche non ha tuttavia modificato le principali caratteristiche dei luoghi che conservano la loro tipica tranquillità, sicurezza e qualità ambientale.

Il lago Trasimeno, oggi tutto ricompreso in un parco regionale, ha una superficie di 128 chilometri quadrati ed è per estensione il quarto d’Italia. La sua profondità massima è di 6 metri ed è alimentato da alcuni torrenti. Dalle sue acque emergono tre isole: la Maggiore, la Minore e la Polvese. Superate le difficoltà derivate dalla lunga siccità del 2003, oggi il lago sta ritornando ai livelli normali e sono inoltre in corso progetti per nuovi apporti idrici.

Un nutrito gruppo di strutture ricettive e della ristorazione, insieme ai Comuni e alla Comunità Montana, riuniti sotto il marchio “Trasimeno 2005”, offre agli ospiti l’occasione di vivere una vacanza ancora più piacevole e conveniente. A tale scopo i prezzi sono rimasti in molti casi invariati o comunque solo leggermente ritoccati; inoltre sono offerte condizioni di particolare vantaggio per coloro che prenoteranno la vacanza tramite la cartolina allegata a questo catalogo. "Trasimeno 2005" porge ai graditi ospiti il più cordiale benvenuto e invita chi vuole vivere una vacanza tranquilla, in un ambiente sano e ospitale, a scegliere il comprensorio del Trasimeno.

 

Piazza IV Novembre in Perugia (tirian.magd.ox.ac.uk)

PERUGIA, AL CENTRO DEL CUORE VERDE D’ITALIA

In città e in provincia alla ricerca di paesi e luoghi che racchiudono un passato tutto da scoprire. Orgogliosa della sua tradizione storica e delle bellissime vestigia del passato, Perugia si lascia ammirare nei suoi mille angoli in cui passato e presente si integrano e creano un’atmosfera indimenticabile.

Stroncone, Convento di San Francesco

TERNI, LA CITTÀ TRA I FIUMI

Nell’ultimo secolo il centro ternino si è sviluppato dal punto di vista industriale e urbano. Da Piazza della Repubblica ai famosi palazzi delle famigli nobiliari, un itinerario cittadino che deve comprendere anche la celebre cascata delle Marmore.