UDINE, CAPOLUOGO RICCO DI FASCINO

La città friulana si identifica con il suo maestoso castello e per la piazza centrale. Il territorio della provincia di Udine si distingue per il giusto mix tra natura, storia e divertimento in riva all’Adriatico.

La storia

Udine trae le sue antiche origini da un insediamento celtico, che aumentò d’importanza in epoca romana. Durante il periodo medioevale la città non ebbe mai grande importanza visto che i centri di riferimento erano Aquileia e Cividale. È a partire dal 1223 che Udine diventa la città più importante della regione, grazie al commercio e ai traffici mercantili. Dal 1420 entra a far parte della Serenissima Repubblica di Venezia e ne segue le vicende. Nel 1813 la città passa sotto il dominio degli Austriaci e infine con il 1866, al termine della Terza Guerra d’Indipendenza, entra a far parte dello Stato Italiano. Da ricordare il 1964, anno in cui la regione venne ufficialmente riconosciuta come autonoma, e il 1976, anno del terremoto che colpì duramente tutto il Friuli Venezia Giulia.

La città e i suoi monumenti

Ricca di monumenti importanti sia dal punto di vista storico che artistico, Udine è subito riconoscibile per il suo Castello, sede delle Gallerie di Storia e d’Arte e del Museo Civico: con il suo aspetto maestoso il maniero domina tutta la città. Ma è la Loggia del Lionello il monumento più antico, mentre nella piazza centrale, che ricalca lo schema di Piazza San Marco a Venezia, si trova anche la Torre dell’Orologio del 1527. Altro monumento simbolo della città è il Duomo, costruito nel 1236; da visitare anche l’odierna sede della Banca d’Italia, Palazzo Antonini realizzato da Andrea Palladio nel 1556. Per finire meritano una visita anche il Museo Archeologico del Castello, con i suoi reperti di grande valore, e il Museo del Risorgimento.

Il territorio

La provincia di Udine presenta una varietà di paesaggi che sono in grado di soddisfare molte esigenze: si va dal Parco Nazionale di Tarvisio per chi ama la natura a città di grande importanza storica come Aquileia con la via Sacra, passando da rinomate località turistiche come Lignano Sabbiadoro. Il Parco Nazionale di Tarvisio è caratterizzato da una ricca flora e fauna; folti boschi di abete rosso e pino silvestre costituiscono paesaggi abitati da cervi, stambecchi, caprioli e camosci. Aquileia è considerata una delle città romane più importanti della zona, presenta moltissimi resti archeologici di questa civiltà che meritano una visita obbligata. La via Sacra correva vicino al fiume Natissa e rappresentava una delle arterie fondamentali di quel periodo: i resti che si possono incontrare lungo il percorso ne sono un esempio. Lignano Sabbiadoro, infine, è in grado di assicurare una vacanza all’insegna del benessere e del divertimento, soprattutto per i più giovani. Immersa nel verde delle pinete, è dotata di ottime strutture e di un ampio e lungo arenile di sabbia finissima, che degrada con dolcezza in fondali poco profondi ideali per famiglie con bambini.