Turismo Religioso

Alla ricerca dei luoghi sacri e della fede

Le vacanze all’insegna della spiritualità e della ricerca interiore fanno sempre più breccia nel cuore dei turisti. Sono oltre 40 milioni i viaggiatori in cerca di una vacanza all’insegna della spiritualità, che alimentano un giro d’affari di circa 4 miliardi di euro.
Il turismo religioso riscuote un interesse in costante crescita, che vede sempre più devoti e curiosi muoversi verso i luoghi di culto più ambiti. Rivolti a fedeli o ad appassionati della storia e della conoscenza, gli itinerari della fede e della cultura sono i più indicati per scoprire, attraverso percorsi tra luoghi di culto, la nostra storia da sempre legata alla religione cattolica e alla Chiesa.
Quello religioso è un turismo che possiede un forte radicamento regionale e una fitta rete di accoglienza, su una rete che copre il 12 per cento del complesso ricettivo nazionale. Destinazioni come Roma e San Giovanni Rotondo sono soggette a una notevole crescita di affluenza, mentre tra le destinazioni preferite dai turisti nella graduatoria degli “itinerari della fede e della cultura” troviamo Lazio, Veneto e Lombardia.
Tappa d’arrivo delle antiche vie Francigena del sud e Longobardorum, Roma vanta un primato indiscusso come meta religiosa d’eccellenza; al secondo posto dopo la meta capitolina i devoti di San Pio, che ogni anno in più di sei milioni si recano in Puglia al santuario di San Giovanni Rotondo.

Il monastero di Vallombrosa (www.abbazie.com)

L’INTENSA SPIRITUALITÀ DI VALLOMBROSA

Tra la natura incontaminata del Parco forestale toscano, l’anima trova alloggio nel convento dei Benedettini per ritrovare la sua dimensione più profonda.

La facciata della basilica (www.sanfrancescoassisi.org)

LUNGO I PASSI DI SAN FRANCESCO

Alla scoperta dei silenziosi luoghi del cuore verde d’Italia, l’Umbria, una terra dove il corpo ritrova lo spirito.

La facciata del complesso religioso in Val di Non (www.valledinon.tn.it)

Alla scoperta di San Romedio

Immerso nella natura incontaminata della Val di Non, in Trentino, il luogo sacro dedicato al santo si trova in una delle più belle zone che compongono il verdeggiante puzzle della regione.

Scorcio del sacro eremo di Camaldoli (www.camaldoli.it)

IL SACRO EREMO DI SAN ROMUALDO

Catturati dal fascino degli insediamenti religiosi fiorentini, alla scoperta della valle del Casentino, luogo ideale per ritirarsi in preghiera accolti, come pellegrini, nell’eremo di Camaldoli.

Certosa di San Lorenzo a Padula

Nell’altopiano salernitano al confine con la Lucania questo monastero trecentesco si estende su circa 52mila metri quadrati. Conosciuto anche come Certosa di San Lorenzo, è tra le più grandi e famose in Italia ed è situata a Padula, nel Vallo di Diano. Nel 1998 il monastero è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO.

Mappa del Sacro eremo di San Francesco (www.assisiweb.com)

L'EREMO DELLE CARCERI

Sul monte Subasio in ritiro come San Francesco e i suoi compagni, per meditare lontano dalle tentazioni della vita terrena.

Veduta del Sacro Speco (www.benedettini-subiaco.org)

SUBIACO E I SUOI MONASTERI

Un altro viaggio seguendo il motto latino Ora et Labora, nell’antico borgo medioevale dove nel verde della natura il corpo ritrova lo spirito.

Ritratto dei due Santi, fratelli gemelli (www.ora-et-labora.net)

ORA ET LABORA

Accanto alla preghiera anche il lavoro manuale, l’assistenza e la cura dei poveri. Così concepiva la vita San Benedetto da Norcia, il padre dei Benedettini nominato patrono d’Europa.

Chiostro del Bramante (www.montecassino.it)

NEL MONASTERO DI MONTE CASSINO

A contatto con la profonda spiritualità che regna nella più importante abbazia di San Benedetto da Norcia, luogo sacro di studio e lavoro.

La fornita biblioteca con ben 8 mila volumi (www.sacradisanmichele.com)

La Sacra di San Michele

Arroccata su un monte che domina la val di Susa, imponente e suggestiva, ricca d’arte gotica e romanica, è un luogo dove conciliare una ricerca spirituale e culturale.

L'abside della basilica (www.madonnadellacorona.it)

IL SANTUARIO DELLA MADONNA DELLA CORONA

Nella variegata cornice veneta, dove le montagne sembrano stringersi insieme per formare una corona, il turista pellegrino può toccare con mano il profondo dolore della Vergine.

L'ingresso della Sacra di San Michele (www.sacradisanmichele.com)

UN QUADRILATERO DI FEDE INTORNO A TORINO

Quattro luoghi mariani piemontesi collegabili tra loro rappresentano più modi per vivere un itinerario sacro e le sue sfumature.