TRENTO, UNA CITTÀ DAI MILLE COLORI

Le magie del capoluogo trentino e della sua provincia. Dagli antichi Romani ai giorni nostri, Trento si è sempre distinta per arte, storia e variegata offerta turistica.

La storia

Fondata dai romani nel 23 a.C. con il nome di Tridentum, Trento viene ricordata per le numerose invasioni barbariche, le dinastie dei principi vescovi e la continua contesa del suo territorio tra francesi, Asburgo e italiani. Con la nascita del movimento religioso della Controriforma, il capoluogo trentino ebbe un ruolo predominante nelle vicende della chiesa al tempo dell’eresia protestante.

La città e i suoi monumenti

Tra le principali bellezze architettoniche cittadine si possono ammirare il Museo Diocesano Tridentino, il Palazzo Alberti Colico, il Castello del Buonconsiglio, residenza dei principi vescovi, e  il Duomo di San Vigilio con la sua piazza. Costruito a partire dal 1212, presenta elementi decorativi di spicco, come il rosone sulla facciata, il campanile con la caratteristica cupola a cipolla e la cinquecentesca Porta del Vescovo. La piazza è considerata il simbolo di Trento ed il fulcro della vita cittadina. Nel suo centro si trova la Fontana del Nettuno, mentre è chiusa ai lati da una serie di case dipinte, tra cui Casa Camuffi e Casa Balduini.

Il territorio

La provincia trentina è suddivisa in tre parti: le valli meridionali, la parte occidentale e quella orientale. Nella prima si trovano in perfetto equilibrio paesaggi ed elementi apparentemente contrastanti tra loro: la città, la parte nord del lago di Garda e la Val Lagarina. La zona occidentale è costituita dalla Val di Non, la Val di Sole, le Valli Giudicarie e il gruppo dell’Adamello Dolomiti di Brenta con il suo parco naturale. Caratterizzata da valli selvagge e vette altissime, spiccano località turistiche come Madonna di Campiglio, conosciuta come uno dei centri più belli e attraenti per gli amanti della stagione invernale e della mondanità. La parte orientale, infine, è forse quella più celebrata dagli appassionati della montagna, grazie ai paesaggi unici della catena delle Dolomiti con il gruppo della Marmolada e la magia delle sfumature rosa tanto rinomate delle cime di Canazei, Moena e San Martino di Castrozza.