Tasselli di storia sul Mediterraneo

Gota, bizantina, medioevale e veneziana, ma anche bellezza contemporanea: Ravenna, affacciata sul Mar Adriatico, fatta di una moltitudine di ritagli di epoche differenti.

Circondata da ambienti naturali suggestivi, tra la pineta e una lunga spiaggia che si estende per chilometri sull’Adriatico ospitando numerosi centri balneari, è stata motivo di ispirazioni per alcuni dei più importanti letterati e artisti della storia, da Dante e Boccaccio a Byron e Klimt. Polo di numerose vicende politiche europee, tra commerci con Paesi lontani, arte e civiltà differenti, conserva nei monumenti che punteggiano numerosi città e dintorni la testimonianza del grande ruolo politico che la vide ultima capitale dell’Impero d’Occidente (V secolo) e prima città del regno romano barbarico del goto Teodorico.
Conserva ancora oggi numerosi mosaici risalenti al V e VI secolo, un patrimonio mondiale superiore a quello di tutte le città del mondo antico e classico, sia d’oriente che d’occidente.
Gelosamente custoditi, i mosaici bizantini, dichiarati dall’Unesco “patrimonio dell’umanità”, sono frutto dell’antica tradizione musiva che vive ancor oggi nelle scuole e nei corsi di restauro della città e rispecchiano il simbolismo cristiano antico coniugato alla lettura liturgica delle Sacre Scritture.
Mausolei, battisteri e basiliche, marmi, capitelli e mosaici dominano la città, testimoni del ricco periodo imperiale Romano che l’ha vista centro dell’impero d’Oriente. I maggiori reperti musivi si possono ammirare ad esempio all’interno del Mausoleo di Galla Placidia, nel Battistero Neoniano. Importanti pietre miliari della storia della città sono anche la Cappella di Sant’Andrea, la Basilica di Santa Apollinare Nuovo, il Battistero degli Ariani, il Mausoleo di Teodorico e la Basilica di San Vitale, una delle meraviglie dalla Bisanzio d’Occidente.
Gli splendidi chiostri rinascimentali, la Biblioteca Classense del XVI secolo, Piazza del Popoli e la Rocca Brancaleone si fanno invece portavoce del periodo del dominio veneziano. Da vedere anche la Basilica di Sant'Apollinare in Classe, la Chiesa di Santa Eufemia, il sepolcro e museo di Dante.
Ravenna è pure una città giovane, ricca di ogni servizio e divertimento: la sua offerta si rivolge non solo ai giovani, ma anche alle famiglie alla ricerca di relax. Un’offerta ricca, pronta a soddisfare ogni desiderio; arte e storia si possono alternare a bagni di mare e sole, oltre a momenti di shopping tra le botteghe più in voga del centro storico.
Inoltre, sono numerose le aree di interesse naturalistico inserite all’interno del vicino Parco del Delta del Po, dove tra valli, lagune e foci, è possibile effettuare itinerari storici, artistici, archeologici, “guide cicloambientali”, ed escursioni in bicicletta o in moto lungo i percorsi più vari della Emilia-Romagna.