SORRENTO, TERRA DI COLORI E GIARDINI PROFUMATI

Affacciata sul mare e contornata dalle colline, Sorrento è una graziosa cittadina capace di affascinare con il suo centro antico, le marine, i suoi giardini di agrumi e la potenza di una natura rigogliosa e straordinaria.

La città e tutta la Penisola sorrentina possono essere definite a pieno titolo terra dei colori: guardare l’orizzonte al tramonto in direzione di Punta del Capo o Ischia è uno spettacolo impareggiabile, come seguire con lo sguardo la costa di tufo che cambia colore a ogni ora del giorno.
Tante civiltà sono passate da questa costa, dagli Etruschi agli Aragonesi. Profonde le radici cristiane dei sorrentini, molto devoti al patrono Sant' Antonino: basta visitare la cripta della Basilica per rimanere impressionati dalla quantità degli ex voto a lui dedicati. Inoltre, in città si possono ammirare: la Cattedrale dei santi Filippo e Giacomo, ricca di pregiate opere d’arte; il Sedil Dominova, uno dei palazzi storici più belli e importanti; via San Cesareo, su cui si affacciano palazzi del Sei-Settecento; piazza Tasso, dedicata al celebre scrittore e poeta cinquecentesco.
Oggi Sorrento è una cittadina moderna, dove ville aristocratiche si alternano a complessi alberghieri, campeggi, villaggi e aziende agrituristiche. Ognuno può trascorrere a Sorrento e dintorni la sua vacanza ideale, scegliendo tra natura o cultura, bagni di mare o cure termali, gite in barca, passeggiate naturalistiche o escursioni in siti archeologici e visite museali.
Profondamente ancorata alla sue tradizioni, Sorrento è sede di un prestigioso museo, che custodisce testimonianze della storia cittadina e della tradizione artigiana del legno intarsiato. Inoltre, ospita manifestazioni culturali, musicali e cinematografiche, ed è punto di partenza ideale per raggiungere le località turistiche dei dintorni. Località conosciute e apprezzate in tutto il mondo, dalle isole di Capri e Ischia (vere oasi naturali tra macchia mediterranea, mare e spiagge d’incanto), agli scavi archeologici di Ercolano e Pompei, fino alle dolci visioni di Positano, Amalfi e Ravello.
La Penisola Sorrentina, infatti, ha un paesaggio unico: le colline si alternano a profondi valloni, maestose montagne e gradoni di terra degradanti verso il mare creati dall’uomo, su cui vengono coltivati aranci, limoni, ulivi e viti.