Piemonte

Una regione "ai piedi dei monti"

"Salve, Piemonte! A te con melodia mesta da lungi risonante, come gli epici canti del tuo popol bravo, scendono i fiumi. Scendono pieni, rapidi, gagliardi, come i tuoi cento battaglioni, e a valle cercan le deste a ragionar di gloria ville e cittadin..." (G. Carducci)*

Il Piemonte è considerata la regione alpina per eccellenza grazie alla presenza di numerosi rilievi che si innalzano dalla pianura circostante. La mancanza di prealpi, infatti, rende questo paesaggio ancora più suggestivo, dando l’impressione di trovarsi immediatamente di fronte i massicci innevati che accolgono alcune tra le più rinomate località del turismo invernale. Monte Rosa, Gran Paradiso e Monviso sono solo alcuni dei rilievi più conosciuti che costituiscono le Alpi, una delle catene montuose più famose al mondo. Ma questa regione non si identifica solo nelle montagne: la pianura, le colline che costituiscono il vero polmone verde del Piemonte grazie alla ricca flora presente, i fiumi e i laghi molto numerosi, le oasi e i parchi naturali (più di venti quelli protetti) con tante specie di animali e le zone termali fanno di questa regione al confine con Francia e Svizzera una di quelle che più sanno soddisfare le esigenze del turista in visita nel nostro Paese.

Inoltre, il Piemonte da vicino sa soddisfare anche coloro che da una vacanza desiderano conoscere la storia del territorio; numerose le città d’arte, in primis Torino, e le possibilità di riscoprire un luogo che nel passato rappresentava un centro nevralgico dei commerci e degli scambi. Dall’attuale capoluogo passava infatti una delle vie di comunicazione più note nell’antichità, che collegava l’Italia con le maggiori città del nord Europa.

Non esiste una stagione migliore per visitare questi luoghi. In ogni momento dell’anno andare in Piemonte significa scoprire l’atmosfera calma e distesa di una regione incorniciata dai monti. In inverno è uno dei luoghi più apprezzati dagli sciatori, in autunno, quando la bellezza dei luoghi si unisce ai doni della terra, i paesi della collina diventano veri e propri luoghi di villeggiatura, di feste, sagre contadine e incontri. Settembre è il mese ideale per andare sul Lago Maggiore e ammirare il tripudio dei colori autunnali, mentre l’estate è meta degli appassionati delle escursioni in alta quota. Per chi ama l’artigianato locale, infine, due i punti di riferimento: Valenza per l’oreficeria e Saluzzo per l’intaglio del mobile artistico. Alle spalle di queste due fiorenti attività pullula però una miriade di botteghe che sfornano ogni giorno oggetti tipici della tradizioni di queste terre.


* Alcuni versi composti dal poeta italiano Giosuè Carducci (1835-1907), che alla bellezza della regione piemontese dedicò la celebre poesia intitolata Piemonte, contenuta nella raccolta Rime e Ritmi.

Palazzo Reale (www.turismotorino.org)

TORINO, REGINA DELLE NEVI

Il capoluogo piemontese e famose località turistiche, come Sestriere e Bardonecchia, hanno ospitato le Olimpiadi invernali del 2006, dando spazio alle performance dei migliori atleti del mondo.

Palazzo Rosso, sede del Comune di Alessandria (www.mfn.unipmn.it)

ALESSANDRIA, IL CUORE PIEMONTESE

La città, massiccia roccaforte di un tempo, seppe resistere a numerosi assedi. Situata sulle rive del fiume Tanaro, in un luogo compreso tra il Po e l’Appennino Ligure, Alessandria è stata luogo di epiche battaglie.

Il Duomo risalente al secolo XV (www.salussola.net)

BIELLA, LA CITTÀ DELLA LANA

Capoluogo di provincia dal 1992, città industriale e commerciale, è forse il polo laniero più qualificato al mondo nonostante rappresenti solo il 7% della produzione totale.

Distretto Turistico dei Laghi-Stresa, foto di Andrea Lazzarini Editore (www.enit

Verbano Cusio Ossola, tra monti e colline

Una provincia dominata dai colori della natura dove il verde della vegetazione si fonde con le tonalità della terra, dando vita a un paesaggio unico, meta ideale per chi ama passeggiare all’aria aperta.

Pallanza, splendida cittadina del Golfo Borromeo (www.verbania-turismo.it)

VERBANIA, UN AUTENTICO GIARDINO SUL LAGO

La città, nata dall’unione di due paesi, si distingue per la sua bellezza. Il paesaggio incantato della giovane provincia piemontese è creato dal Lago e dalle bellezze naturali e artistiche presenti sulle sue rive.

Il Castello Sforzesco (www.comune.novara.it)

NOVARA, CITTÀ DEI LAGHI

Questa caratteristica fa di Novara una delle province più belle e suggestive della penisola. La città piemontese, con le sue antiche origini, presenta una varietà di monumenti artistici tali da soddisfare ogni esigenza del turista, che si può rilassare anche in riva ai suoi pittoreschi e numerosi laghi.

Piazza Galimberti

CUNEO, CITTÀ DALLE MILLE RISORSE

Per la sua posizione strategica, la città piemontese fu oggetto di numerose conquiste durante la sua storia.

Le risaie di Vercelli (www.ledonnedelvino.net)

VERCELLI, DALLA PIANURA AI MONTI

La provincia piemontese si trova prevalentemente in pianura ma presenta anche dei tratti tipici montani. Il territorio di Vercelli comprende anche il Parco naturale Lame del Sesia, con un’ambiente è tipicamente fluviale con lame, meandri, specchi d’acqua, boschi, ghiaie e sabbie.

L'acquedotto romano di Acqui  (www.ilmonferrato.it)

ASTI, TERRA DEL VINO E DEL PALIO

L’antica “Hasta Pompeia” si caratterizza per la presenza di una parte moderna e una antica, ricca di edifici medioevali e di monumenti dell’arte romanico gotica. Da sempre il vino è nella cultura e nella tradizione enogastronomica di Asti e della sua provincia, famosa anche per il tradizionale palio che si svolge annualmente nel mese di settembre.