PESCARA, UN CENTRO STORICO GIOVANE E DINAMICO

La nascita della Pescara attuale risale a poco più di settant’anni fa, originata dalla fusione dei due piccoli centri di Pescara, in provincia di Chieti, e di Castellamare Adriatico in quella di Teramo.

La storia

Con la costruzione della nuova città, venne creata contemporaneamente anche la provincia e ancora oggi è considerata il più grande agglomerato urbano dell’Abruzzo, fulcro della regione: oltre ad essere un importante centro commerciale che si avvale del porto canale costruito alla foce del fiume, infatti, è anche sede di industrie che operano prevalentemente nei settori alimentare, metalmeccanico, chimico, tessile, dell’abbigliamento, del cuoio e dei pellami. Pescara è proiettata costantemente verso il futuro grazie a infrastrutture come l’aeroporto, il moderno porto turistico, annoverato tra i migliori d’Italia, e la nuova stazione ferroviaria, autentico capolavoro della tecnica moderna.La “vecchia” Pescara, fondata dagli antichi romani, fu invece scalo marittimo delle popolazioni italiche, mentre successivamente diventò importante scalo e porto della regione, poi distrutto dai Longobardi. Nel secolo XII era ancora una città in forte sviluppo, finchè le distruzioni subite in seguito alle guerre normanne ne compromisero la ricchezza.

La città e i suoi monumenti

Nonostante la “giovane età”, la città di Pescara può vantare vari monumenti di particolare bellezza che meritano una visita: la chiesa di Sant’Andrea, costruzione con all’interno un grande affresco raffigurante San Pietro e i papi Giovanni XXIII e Paolo VI circondati da vescovi e cardinali; il museo delle Genti d’Abruzzo, che rappresenta la comunità abruzzese dalla cultura alle tradizioni popolari; la Cattedrale di San Cetteo, dove è custodita la tomba marmorea della madre dello scrittore e letterato d’Annunzio; la casa dello stesso, dove sono conservati ricordi, autografi e quasi tutte le opere del grande poeta; il Tempio Nazionale della Conciliazione, costruito in memoria e onore dei Patti Lateranensi; infine il museo civico Basilio Cascella e il museo ittico. Tra i principali palazzi ricordiamo quello del Governo, palazzo Mezzopreti, sede del Conservatorio di musica e palazzo Perenich, sede della Facoltà di Architettura.

Il territorio

La spiaggia di Pescara, costeggiata dallo stupendo lungomare, è equipaggiata con moderni e numerosi impianti, mentre gli avvenimenti mondani, folkloristici, sportivi e d’arte che si susseguono in tutto l’anno attirano in città molti turisti. Sul suo territorio meritano una visita: Città Sant’Angelo, con la chiesa di San Michele; Loreto Aprutino, centro agricolo basato sulla coltivazione di viti, olivi e cereali; Manoppello, da cui si può partire alla volta del santuario del Volto Santo e alla Chiesa Santa Maria Arabona; Montesilvano Marina, unito a Pescara mediante la spiaggia e la passeggiata sul lungomare; Penne, sorta su quattro colli e costruita interamente in mattoni, dalla pavimentazione stradale fino alle case, le chiese e i palazzi storici.