PERUGIA, AL CENTRO DEL CUORE VERDE D’ITALIA

In città e in provincia alla ricerca di paesi e luoghi che racchiudono un passato tutto da scoprire. Orgogliosa della sua tradizione storica e delle bellissime vestigia del passato, Perugia si lascia ammirare nei suoi mille angoli in cui passato e presente si integrano e creano un’atmosfera indimenticabile.

La storia

Perugia, che sorge in un’area già abitata in epoca villanoviana, è in un primo tempo insediamento umbro, quindi passa sotto il controllo degli etruschi, divenendo il più importante centro dell’Alta Valle del Tevere. La particolare conformazione del terreno ha prodotto una grande varietà di situazioni urbanistiche, conferendo alla città un aspetto particolarissimo. Conquistata da Roma, viene coinvolta profondamente nella guerra civile tra Antonio e Ottaviano, che la conquista nel 40 a.C. Dopo aver subito molti danni, Perugia viene ricostruita e acquista l’appellativo di “Augusta”. Dopo la caduta dell’Impero viene distrutta per poi far parte dei domini bizantini, fino a diventare un potente Comune indipendente alleato dello Stato Pontificio. Il XIV secolo è segnato da lotte interne tra nobili e popolari e dalla guerra contro il Papato, che vuole ricondurre le città umbre sotto il proprio controllo; la guerra si conclude con la pace di Bologna nel 1370, quando Perugia è costretta a riconoscere l’autorità del Papa. Il dominio papale continua, salvo brevi intervalli durante l’occupazione francese e la Repubblica Romana, fino alla nascita del Regno d’Italia. La Perugia di oggi è una città moderna e cosmopolita, conosciuta in tutto il mondo per le sue manifestazioni culturali e la sua Università per Stranieri.

La città e i suoi monumenti

Il centro di Perugia è rappresentato da piazza IV Novembre e dalle antiche mura di origine etrusca; la piazza è una delle più belle d’Italia, circondata da costruzioni uniche per bellezza, con al centro la Fontana Maggiore. Di origine medioevale, con le decorazioni di Nicola e Giovanni Pisano, venne realizzata nella seconda metà del XIII secolo, a conclusione di un’importante opera pubblica, l’acquedotto che portava acqua in città dal Monte Pacciano. Un lato della piazza è occupato dal Palazzo dei Priori, costruito in travertino e pietra bianca e rossa di Bettona: nel Medioevo fu la residenza delle massime autorità politiche della città. Al suo interno ha sede la Galleria Nazionale dell’Umbria, la più importante raccolta d’arte della regione per i periodi medioevale e moderno. La parte alta della piazza è occupata dalla Cattedrale di San Lorenzo, i cui lavori di costruzione iniziarono nel ’300 e terminarono alla fine del ’400. L’interno, diviso in tre navate, contiene interessanti opere d’arte: da segnalare la Cappella del Santo Anello, in cui si conserva, secondo una vecchia tradizione, l’anello della Madonna; la Cappella di San Bernardino. Tra gli altri monumenti religiosi la chiesa di San Pietro con il campanile esagonale, la chiesa di San Domenico situata nella graziosa piazzetta dedicata a Giordano Bruno, il filosofo di Nola condannato al rogo come eretico da papa Clemente VIII.

Il territorio

La provincia perugina è senza dubbio ricca di numerosi paesi pieni di storia e famosi in tutto il mondo: Assisi, Foligno, Spello, Norcia, Spoleto, Città della Pieve sono solo alcuni esempi di città tutte da scoprire e legate principalmente alla figura di San Francesco. Assisi è meta di un continuo pellegrinaggio ai luoghi più conosciuti del Santo, come la Basilica Superiore e quella Inferiore, ma tutto ricorda la vita di Francesco, che qui lasciò un segno indelebile del suo operato. A Spello troviamo le famose carceri di San Francesco, ma la cittadina è famosa anche per l’infiorata del Corpus Domini. Spoleto, Città della Pieve e Norcia sono ricche di monumenti di bellezza unica che permettono al turista di poter conoscere realtà che hanno fatto la storia del Belpaese.