COMO, LA PERLA SULLE SPONDE DEL LAGO

Como è una splendida località adagiata in una piccola e suggestiva conca, circondata dalle grandi montagne della Valtellina e bagnata dal lago omonimo.

La storia

Di origine gallica e importante centro già in epoca romana, Como veniva chiamata la “città murata” per le alte mura che vennero fatte costruire su ordine di Marco Claudio Marcello e di cui non restano molte testimonianze. Verso il 643 si verificò un rinnovamento architettonico che vide nascere grandi costruttori e muratori, che crearono i grandi monumenti romanici della città. Tra il 1118 e il 1127 si susseguirono numerose lotte comunali e Como venne distrutta dai Milanesi; gli abitanti, fuggiti con le barche all’interno del lago, assistettero impotenti all’incendio della loro città. Solo dopo essere passata in mano ai Visconti verso la metà del Trecento, Como ritrova il suo antico splendore grazie anche a Ludovico il Moro, che fa dell’area una delle più importanti per la lavorazione della seta. La vocazione industriale della città si manifesta anche sotto il dominio degli Austriaci, mentre durante il Risorgimento Como parteciperà al movimento di opposizione alla stessa Austria, che culmina nell’insurrezione popolare del Marzo 1848.

La città e i suoi monumenti

Considerata un’ottima meta per i turisti amanti delle belle città, Como è in grado di unire in modo armonioso la modernità delle strutture con le opere antiche che ornano la città. Oltre che per le bellezze e le antiche tradizioni, Como è molto sviluppata anche dal punto di vista industriale; in particolare è considerato uno dei più importanti centri mondiali per la lavorazione e trasformazione della seta. Tra i luoghi più belli da visitare citiamo il nucleo vecchio della città fatto di case basse raccolte attorno al maestoso Duomo e al molo di piazza Cavour, e villa Olmi, sontuosa sede di convegni e manifestazioni a livello internazionale. La panoramica più suggestiva della città la si può avere da Brunate; dopo essere saliti con la funicolare, si ha uno scorcio della vecchia pianta romana e della successiva espansione della città, che arriva fino al confine svizzero di Ponte Chiasso.

Il territorio

Il territorio che si può ammirare attorno al lago di Como è da sempre stato luogo ideale per le vacanze più esclusive: Etruschi, patrizi romani, grandi viaggiatori dell’epoca romantica e tanti altri ne apprezzarono nei secoli il clima mite e la bellezza delle sue terre, facendone il luogo privilegiato per passare momenti di relax immersi nel verde delle colline. A testimonianza di questo sono rimaste le numerose ville sorte nel corso degli anni e oggi trasformate in hotel di lusso. Molto interessante a livello turistico è il cosiddetto “triangolo lariano”, un vero triangolo di colline e montagne che comprende paesi come Como, Lecco e Bellagio; qui si possono cogliere i famosi narcisi selvatici o ammirare la ricca fauna che popola il luogo, mentre alla base del triangolo si estendono i piccoli ma suggestivi laghi briantei di Alserio, Pusiano e Annone, che vanno visitati senza fretta, facendo lunghe passeggiate a piedi e rilassandosi sulle belle spiagge attrezzate per gli amanti del pic nic.